Articoli

GAMEBOY SU GAMECUBE, POSSIBILE?

Buongiorno a tutti,

dovete sapere che i miei interessi non riguardano solamente i computer ma anche il mondo delle console. Poco tempo fa volevo rigiocare i classici su Game Boy. Purtroppo non ho sotto mano il mitico Game Boy (francamente sarà sepolto in soffitta negli scatoloni dei miei trentamila traslochi), ma ho un bellissimo Gamecube viola. Decido quindi di sfruttarlo perché qualche anno fa, per pochi euro, mi sono aggiudicato uno stupendo Game Boy Player. L’aggeggino in questione, non è altro che una espansione per Gamecube che, agganciandosi alla base della console, abilita i sistemi: Game Boy, Game Boy Color nonché Game Boy Advance. Il Gamecube e il Game Boy Player sembrano essere il connubio perfetto per giocare con questi vecchi sistemi. Rispetto al Super Game Boy, il vantaggio è che il Game Boy Player premette di giocare anche i giochi del Game Boy Color e del Game Boy Advance.

L’unica pecca di tale sistema (risolvibile comunque) è che, per i giochi Game Boy, non si possono utilizzare schemi di palette aggiuntive, se non i 4 previsti di default (al logo di avvio con la schermata Game Boy si hanno pochi secondi per premere una delle 4 frecce direzionali). Per ovviare a tale fatto, si deve passare per Game Boy Advance e, grazie all’emulatore Goomba (http://goomba.webpersona.com/), si potrà da questo risolvere il problema creando un unico file “.gba” che unisce più rom per Game Boy. Dal menu dell’emulatore sarà possibile, in quest’ultimo caso, scegliere una trentina e più di palette. Ovviamente bisogna possedere una flashcart.

Da lì poi ne derivano tutti i vantaggi in termini di utilizzo poiché, grazie alle stesse flashcart della serie EZ Flash (l’ultima versione ora è denominata EZ Flash Omega permette il caricamento di giochi per GBA/GB/GBC/NES), è ora possibile giocare più sistemi da una vera e propria console, a colori e con audio stereo ad un prezzo irrisorio (poco meno di 40 euro). È obbligatario però possedere il disco annesso al sistema fisico ovvero il disco “Game Boy Player” (attenzione non sempre è compreso in una vendita dell’usato).

In riferimento alle sole console modificate (ad esempio per il tramite del chip XenoGC, https://www.gc-forever.com/wiki/index.php?title=XenoGC), invece, segnalo l’utilissimo Game Boy Interface (GBi), un software creato da veri appassionati ideale per console PAL che sostituisce il disco di avvio del Game Boy Player e che supporta la modalità 240p a bassa latenza nonché molte altre opzioni. L'interfaccia di GBi ha diverse versioni disponibili, ognuna con il proprio uso specifico.

La versione principale (GBi), offre moltissime funzionalità, tra cui, il salvataggio di screenshot, il dumping della ROM e alcune fantastiche modalità di zoom. È possibile personalizzare anche la risoluzione e le proporzioni. Ci sono troppe opzioni per poterle elencare tutte in questa sede.

La versione HF (high fidelty) ha una bassa latenza, ma non ha un’interfaccia grafica completa. È possibile configurare tale sistema con file di configurazione personalizzato.

L’edizione SR (speedrunning) offre funzionalità di orientate allo speedrun. Alcune configurazioni consentono la latenza più bassa possibile e possono essere eseguite con la stessa precisione di un GBA originale. Essendo un software homebrew, GBi, come accennato sopra necessita una console modificata per essere eseguito. Può essere eseguito da Mini DVD (ormai quasi introvabili) oppure da Sd Card per il tramite del programma Swiss (https://www.gc-forever.com/wiki/index.php?title=Swiss).

Il vantaggio di eseguirlo da Sd Card è che è possibile aggiornare la versione con la più recente, raggiungibile al link:
https://www.gc-forever.com/wiki/index.php?title=Game_Boy_Interface

Per quanto concerne invece, la parte dedicata ai controlli di gioco, è possibile utilizzare il controller del Gamecube che comunque non si appresta poi così male al gameplay. Ma si può fare di più.

Il Game Boy Player, consente inoltre di collegare un vero Game Boy Advance (per il tramite di uno speciale cavo, vedi immagine in allegato) ed utilizzarlo come controller, al posto di quello per GameCube.

Segnalo invece, una novità ovvero la possibilità di utilizzare anche il joypad del Super Nintendo (nonché Super Nes o Super Famicom) previo l’acquisto di un adattatore dedicato. A tal riguardo, utilizzare un joypad originale SNES degli anni 90, non ha eguali.

Altro che Game Boy Advance consolizzato…… ☺

A presto.

DaNi Hibari.

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
mercat_: