Articoli

Ultimate II+ FTP

Buonasera a tutti.

In questo periodo, aspettando Brusaporto, e nel poco tempo libero che ho, sto scrivendo un manuale utente per un programma per Commodore 64 che permette, utilizzano le famosissime Ultimate II+ / Ultimate 64, la connessione alle ormai famose BBS. A tal riguardo, volevo inserire questo “tutorial” come bonus track del manuale ma, essendo l’argomento ampiamente fuori tema, preferisco pubblicarlo in Baya come tutorial.

È possibile, mediante il sistema Ultimate II+ (e sicuramente anche in Ultimate 64), connettersi direttamente alla memory stick da remoto (da un comune pc/mac o da un tablet per intenderci) per copiare i propri contenuti anziché staccare la stessa memoria ed inserirla nel computer per effettuare la copia. Il tutto tramite una connessione di rete. Vediamo di seguito come.

Requisiti
È necessario possedere una delle seguenti configurazioni:

• Commodore con cartuccia Ultimate II+;

Ultimate II+ utilizza la rete LAN cablata. (di fatto non ho a disposizione una chiavetta wifi quindi non saprei dire se il metodo funziona anche wireless). È necessario quindi munirsi di un cavo di rete collegato al proprio router domestico. Se si dispone di un router wireless e il Commodore è posizionato in una stanza diversa, è possibile utilizzare un dispositivo “repeater” per poter estendere il segnale a distanza (ad esempio da un piano all’altro di un’abitazione). Tale dispositivo, comunque, deve possedere una presa di rete per poter estendere la funzionalità di connessione di rete cablata sino alla Ultimate II+.

In alternativa, è possibile utilizzare 2 dispositivi detti “powerline”: tali dispositivi sfruttano l’impianto elettrico dell’abitazione per poter effettuare il passaggio dei dati, sempre per il tramite di una prese di rete LAN. È necessario comunque, che l’impianto elettrico sia lo stesso (attenzione quindi a chi vive in una bifamiliare con due impianti elettrici distinti). La configurazione delle powerline prevede che una spina sia connessa alla presa elettrica ed un cavo di rete al router (ad esempio in salotto), mentre l’altra spina sia connessa sempre alla presa elettrica e, mediante un cavo di rete alla Ultimate II+. Ovviamente il secondo dispositivo si troverà in un’altra stanza (ad esempio nella camera da letto).

Connessione alla rete cablata
Se il tutto è configurato correttamente la schermata principale del menu di Ultimate II+ informerà, tramite il messaggio “Link Up”, che l’interfaccia è collegata correttamente e raggiungibile dalla rete.

Può succedere che, in caso di indisponibilità dei servizi di connessione di rete oppure a causa di uno dei cavi di rete mal collegati (o addirittura nel caso d’uso di un repeater lo stesso non è correttamente impostato), si presenti un messaggio di “Link Down” ovvero che la rete non è raggiungibile.

A tal riguardo è sempre consigliabile:

• ricontrollare le connessioni con i cavi di rete;
• controllare che nella configurazione di sistema (accessibile tramite F2) nel menu “network settings” siano indicati i giusti parametri di configurazione. Gli stessi parametri chiaramente dipendono da come è configurata la rete (indirizzo del Gateway, Subnet Mask ecc.);
• se del caso, abilitare/disabilitare il servizio DHCP oppure impostare manualmente l’indirizzo IP del dispositivo.

Per qualsiasi riferimento od informazione aggiuntiva in merito all’inizializzazione dei dispositivi ed alla configurazione della connessione LAN cablata, è possibile consultare la documentazione in linea all’indirizzo: https://ultimate64.com/documentation

Per quanto riguarda invece, la scelta del programma per collegarsi da remoto ad Ultimate II+, in sostanza se ne può usare uno qualunque, purché supporti il protocollo FTP (di fatto il protocollo usato per il trasferimento dei dati). Io utente di Mac utilizzo Cyberduck, in alternativa anche FileZilla. I parametri di connessione lato pc/Mac comunque sono sempre gli stessi. Per Windows, ad esempio, esiste WinSCP, FileZilla oppure FreeFTP, programmi del tutto gratuiti.

In riferimento ai parametri di connessione da impostare nel client FTP ecco la lista:

Protocollo: FTP.

Host: inserire l’indirizzo IP dell’interfaccia (nel mio caso 192.168.1.10).

Porta: è possibile lasciare questo parametro vuoto. La porta del servizio FTP, comunque, è la numero 21.

Crittografia: è consigliabile utilizzare solo FTP (non il protocollo sFTP). Siccome si sta solamente trasferendo contenuti all'interno della rete domestica, questo fatto non comporterà alcun problema in termini di violazione della privacy.

Tipo di accesso: Anonimo.

Avviata la connessione sarà possibile accedere alla memoria USB inserita nella Ultimate II+ e poter copiare i propri contenuti appena scaricati da da remoto, senza aver bisogno di staccare la memoria ed inserirla nel computer.

Ottenuta comunque la conquista della connessione di rete, sarà possibile anche utilizzare un programma per connettersi alle ormai famose BBS e rivivere la magia degli anni che furono. Attendete il prossimo tutorial per quest’ultima!

Un saluto.

DaNi Hibari.

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
macel_aio: